Una casa smart

luogo: Torino

anno: 2018.

progetto: arch. Fiorella Rabellino.

attività svolta: Opere di edilizia libera; progettazione architettonica preliminare ed esecutiva; direzione lavori.

Fasi finali: il soggiorno
Fasi finali: il soggiorno
press to zoom
Scorcio tra ingresso e soggiorno
Scorcio tra ingresso e soggiorno
press to zoom
Prove di colore nel soggiorno
Prove di colore nel soggiorno
press to zoom
Cucina: prove di colore
Cucina: prove di colore
press to zoom
La cucina, tinteggiatura finita
La cucina, tinteggiatura finita
press to zoom
La cucina
La cucina
press to zoom
La cucina
La cucina
press to zoom
Tinteggiatura della camera
Tinteggiatura della camera
press to zoom
La camera con il soffitto nero
La camera con il soffitto nero
press to zoom
Dettagli della tinteggiatura nel soggiorno
Dettagli della tinteggiatura nel soggiorno
press to zoom
La camera da letto in fase di trasloco
La camera da letto in fase di trasloco
press to zoom
Tinteggiatura della camera
Tinteggiatura della camera
press to zoom
1/2

Ristrutturazione di appartamento a Torino

La ristrutturazione di questo appartamento, di circa 100 mq in zona semi-centrale a Torino, doveva soddisfare alcune specifiche esigenze, e presentava alcune problematiche soprattutto nell'ambito degli impianti.

I committenti, madre e figlio, non chiedevano modifiche planimetriche in quanto la disposizione dell'alloggio già soddisfava la loro esigenza principale: poter avere uno spazio comodo ed esclusivo per ognuno, personalizzato secondo le proprie preferenze.

Era però necessario realizzare tutto in tempi molto stretti, a causa delle scadenze di vendita e consegna dell'alloggio in cui abitavano in precedenza, e con un budget relativamente limitato.

Le due condizioni hanno fatto propendere per un intervento in gran parte conservativo: sono stati tenuti quasi tutti i serramenti esterni, conservati i pavimenti tranne quello del bagno, recuperate le porte interne il cui stile già si intonava molto bene con il carattere dell'edificio, costruito negli anni Trenta.

Le problematiche riguardavano essenzialmente gli impianti, da rinnovare completamente, cercando però di limitare le demolizioni e la quantità di tracce a parete: la soluzione, grazie alla predisposizione tecnologica dei due clienti, è stata di rendere "smart" gran parte delle componenti dell'impianto elettrico, in modo che l'illuminazione e i comandi di oscuramento delle finestre si potessero completamente controllare mediante la piattafroma di Alexa.

Nelle finiture, qui come non mai strumento essenziale per rinnovare il design, si è usata molta libertà, l'utilizzo di colori di forte contrasto per evidenziare i volumi interni e il tocco del nero assoluto per "sfondare" il limite del soffitto, come se sparisse per aprirsi su un cielo notturno.